STAZIONE METEO

Sponsorizzata da Aston Martin Florence Srl, Via Di Limite, 148, Campi Bisenzio (FI).
Concessionaria e assistenza ufficiale marchio Aston Martin.

Dati tecnici - Informazioni - Previsioni meteo

Webcam Nord Ovest [ingrandisci]
Webcam Sud [ingrandisci]

 

Dati tecnici

Stazione meteo modello: DAVIS VANTAGE PRO-2
Strumenti:

  • Pluviometro
  • Anemometro
  • Temperatura Ext.
  • Barometro
  • Igrometro
  • 2 Telecamere alta definizione.

 

Informazioni

Il dissesto idrogeologico rappresenta per il nostro Paese un problema di notevole rilevanza, visti gli ingenti danni arrecati ai beni e, soprattutto, la perdita di moltissime vite umane. In Italia il rischio idrogeologico è diffuso in modo capillare e si presenta in modo differente a seconda dell’assetto geomorfologico del territorio: frane, esondazioni e dissesti morfologici di carattere torrentizio, trasporto di massa lungo le conoidi nelle zone montane e collinari, esondazioni e sprofondamenti nelle zone collinari e di pianura.
Tra i fattori naturali che predispongono il nostro territorio a frane ed alluvioni, rientra senza dubbio la conformazione geologica e geomorfologica, caratterizzata da un’orografia giovane e da rilievi in via di sollevamento.

Parallelamente continuano ad essere intrapresi, promossi e finanziati numerosi studi scientifici volti allo studio dei fenomeni ed alla definizione più puntuale delle condizioni di rischio.
Sono state inoltre incrementate ed accelerate le iniziative volte alla creazione di un efficace sistema di allertamento e di sorveglianza dei fenomeni e alla messa a punto di una pianificazione di emergenza volta a coordinare in modo efficace la risposta delle istituzioni agli eventi.

La previsione di una situazione di avverse condizioni meteorologiche viene effettuata tramite una approfondita analisi tanto del quadro a grande scala quanto degli scenari che si verificheranno a scale spazio-temporali più ridotte, tramite l'utilizzo combinato e fortemente interconnesso di numerosi supporti informativi ed informatici quali le stazioni metereologiche: da un lato i dati riguardanti le osservazioni al suolo ed in quota, utili a definire nel dettaglio lo stato presente dell'atmosfera in tutti i suoi strati, ed essenziali per formulare previsioni nel brevissimo termine, dall'altro i prodotti della modellistica numerica, indispensabili per comporre il quadro dei possibili scenari che si verificheranno nel breve e medio termine.

Nelle stazioni metereologiche i sensori utilizzati più frequentemente sono costituiti dai pluviometri che rilevano la quantità di pioggia caduta all’interno di un recipiente , da anemometri e termometri, che forniscono rispettivamente l’indicazione della velocità del vento e della temperatura. Gli anemometri possono essere utili per l’individuazione di aree sottoposte a forti venti e di zone costiere sottoposte all’azione delle mareggiate; i termometri, invece, consentono di circoscrivere le aree dove le temperature sono più basse e dove potrebbero essere presenti zone di ghiaccio

La meteorologia è un argomento che interessa tutti anche chi non è interessato direttamente e tutti senza saperlo seguono e vivono le condizioni meteorologiche dalla mattina quando ci si alza fino alla sera quando si va a dormire e, per chi invece come Noi, segue l’evoluzione del tempo per monitorare costantemente una scienza comunque inesatta e per questo “pericolosa” e piena di domande, diventa uno scopo istituzionale.