06/04/2009: I nostri Volontari e l'emergenza terremoto in Abruzzo

Indietro

A seguito del violento terremoto avvenuto in Abruzzo nella notte fra domenica 5 e lunedì 6 Aprile, anche il nostro Comitato ha contribuito ai soccorsi inviando, già nel primo giorno, una squadra di volontari fornita di fuoristrada e gruppo elettrogeno.

Nelle righe che seguono, i ricordi di quella esperienza scritti da chi l'ha vissuta...

"Siamo partiti da Quarrata e avevo un po di paura poi mi sono un po calmato ma quando siamo arrivati li e ho sentito la prima scossa mi è rientrata la paura.
Abbiamo iniziato a montare il campo e la mattina sono iniziate ad arrivare le prime persone.
La stessa mattina io e Robetro siamo andati a fare 2 foto in una strada ed è stata una cosa orreda, tutte le case giù, macerie dappertutto, calcinacci per la strada.
Siamo ritornati al campo e abbiamo fatto quello che c'era da fare.
Il giorno seguente ho iniziato la mia attività con i ragazzi, insieme ad un'altra ragazza, e sono stati i giorni del campo più belli.
Abbiamo giocato,riso,colorato,raccontato barzellette e abbiamo scambiato emozioni.
I giorni seguenti sono andati avanti nello stesso modo facendo le stesse cose fino a quando non è arrivato il giono della mia partenza; c'era una ragazza che non voleva farmi partire perche si era affezionata a me, altri invece sono venuti a salutarmi alla macchina ma con tutti loro ci siamo scambiati i numeri di cellulare per restare in contatto.
Da parte mia è stata una bella esperienza e devo dire che non volevo partire e sono partito con gli occhi lucidi e trattenevo a fatica le lacrime.
"

De Luca Vincenzo Pioniere