20/12/2019: PERSONE IN FUGA - SERVIZIO RFL (RESTORING FAMILY LINKS)

Indietro

 

Persone in Fuga - Servizio RFL (Restoring Family Links)

Dai porti ai centri di accoglienza, passando per i Safe Point, i volontari e gli operatori della Croce Rossa Italiana sono ogni giorno sul campo per dare supporto alle persone migranti in condizioni di vulnerabilità. Assistenza sanitaria, distribuzione di generi di conforto, supporto psicologico, attività di Restoring Family Links, anti-trafficking e orientamento legale rappresentano la prima assistenza fornita dalla Croce Rossa Italiana già al molo.

Negli ultimi anni si è rafforzata anche la cosiddetta attività di ‘seconda accoglienza’. Da Messina a Bolzano sono più di 100 le strutture in tutta Italia gestite dalla Croce Rossa, in cui a rifugiati e richiedenti asilo vengono forniti, oltre a vitto e alloggio, gli strumenti per iniziare il percorso di inclusione nella nuova realtà.

Corsi di lingua italiana, tirocini professionali, orientamento ai servizi del territorio, attività culturali e sportive sono solo alcuni dei progetti realizzati per accompagnare le persone migranti verso l’integrazione con la comunità e il territorio.

Sempre più diffuso anche il servizio RFL (Restoring Family Links). Nato in tempo di guerra per cercare di ristabilire i legami familiari interrotti dal conflitto, negli anni si è evoluto trovando applicazione anche e soprattutto in ambito migratorio. Ogni anno infatti migliaia di famiglie vengono separate durante o al termine del viaggio verso l’Europa, con enormi sofferenze. La Croce Rossa Italiana, insieme al Comitato Internazionale e alle altre Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa lavora in tutto il mondo per trovare queste persone e metterle in contatto con i propri familiari.
La CRI ha portato questo servizio direttamente ai porti, nei presidi umanitari e nei luoghi di transito come Ventimiglia, anche grazie al Tracing Bus: una cabina telefonica a quattro ruote che ha viaggiato lungo tutto lo Stivale, permettendo a rifugiati, richiedenti asilo e persone migranti di ristabilire un collegamento con i propri familiari, usufruendo di una telefonata di tre minuti e del supporto di operatori e volontari.

Anche presso il nostro Comitato è presente il servizio RFL (Restoring Family Links). Per info chiamre il 391/4250571