23/05/2007: Fiaccolata della Croce Rossa

Indietro
Articolo tratto dal giornalino del comitato: Eccoci di nuovo a Giugno, pronti e carichi per un?altra Fiaccolata! Siamo partiti io, Luca, Mavy, Letizia e Cristina, e si ? unito a noi strada facendo Paolo, un VdS di Reggio Emilia. Purtroppo anche quest?anno l?invito ad unirsi alla nostra ?allegra brigata? ? andato a vuoto, ma noi non ci siamo lasciati scoraggiare, e siamo partiti pi? carichi che mai! Avevo partecipato anche l?anno scorso, ma quest?anno ? stato particolarmente emozionante: vuoi perch? al campo Lidia, dove eravamo ?accampati?, eravamo in 4000, vuoi perch? alla fiaccolata eravamo in 12000. Vi immaginate un unico, enorme serpentone di 12000 persone che si snoda lungo le strade, e che via via che si fa buio si trasforma in un?unica scia di luce? Non voglio essere sdolcinata, ma vi assicuro che ? veramente emozionante sentire che si fa parte di un gruppo cos? grande di persone, unito dagli stessi ideali, che proviene un po? da tutto il mondo. C?erano infatti persone dalla Spagna, Nuova Zelanda, Germania, Giappone, America Latina, Croazia, e vi assicuro che le differenze linguistiche contavano ben poco, si riusciva comunque a sentirci una ?grande famiglia?! Comunque, a parte l?emozione, c?? stato ovviamente anche il divertimento: durante la fiaccolata non ci si limita a camminare, ma si intonano cori pi? o meno ?ufficiali?, si fanno delle ole improvvisate, si viene applauditi ed incitati dalla popolazione del posto che si sistema comoda comoda lungo strada con sedie, tavolini e tutto il necessario per poterci veder passare. Per quanto riguarda il nostro gruppo, possiamo anche vantarci di aver fatto quasi tutto il percorso fianco a fianco con Barra(son fortune no?). La Fiaccolata quindi ? stata tutto questo, almeno per me: stanchezza( perch? di fatica se ne fa, e non poca!!); divertimento(una volta rientrati, dopo tutta quella strada a piedi, ci siamo anche messi a ballare nella discoteca del campo); senso di appartenenza e di condivisione di ideali(cose che purtroppo alle volte si perdono di vista). Con questo articolo spero di essere riuscita a far capire a chi non era presente, per quanto possibile, cosa significhi dire: ?ho fatto la Fiaccolata?, e quindi di aver stimolato almeno un po?la curiosit? di qualcuno. Cos? forse il prossimo anno qualcun altro potr? aver voglia di unirsi a quelle 12000 persone. Al prossimo Giugno! Pioniere Tonelli Consuelo